CE L’ABBIAMO FATTA

16 Nov
16 novembre 2007

Questa mattina a Roma piove e i treni sono in ritardo, ma nulla intacca il mio buon uomore. Sono molto contento perché, con l’approvazione della Finanziaria, abbiamo davvero fatto una cosa straordinaria: 730 votazioni superate con una maggioranza risicata, senza mai mettere la fiducia – ed è la prima volta in dieci anni che non viene  richiesta – sono veramente un grande risultato.
Siamo perfettamente coscienti che rimangono alcune difficoltà, Dini ha segnato un punto di sofferenza che andrà affrontato, ma emerge intanto un dato politico di rilievo: la maggioranza c’è e tiene, quando ce n’è bisogno procede compatta con la schiena dritta e il senso dell’onore, così come la politica dovrebbe essere.
Ad uscire sconfitta, come già avevo avuto modo di dire, è di certo l’opposizione che, come nella Battaglia di Balaclava citata ieri da Cossiga, ha scelto una tattica d’attacco inconcludente. L’auspicio è quindi che quest’approvazione tanto tribolata possa essere propedeutica a un nuovo quadro politico, in cui non si parli di più di spallate da dare o respingere ma si apra invece il tema delle riforme elettorali e costituzionali. Solo in questo modo si permetterà al Paese di andare a votare – quando sarà necessario – archiviando definitivamente questa stagione politica ingessata e sterile, figlia del berlusconismo.

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
1 commenta
  1. ostedellamalora says:

    eccoci qua con le celebrazioni.ma come siamo stati bravi etc. etc.
    effettivamente è stata una bella battaglia vinta, ma la guerra?

    si vincerà anche quella ne sono convinto soprattutto se il partito democratico saprà veramente mantenere le promesse fatte e sopratutto in tempi brevi.
    alcune riflessioni:
    a)una maggiore attenzione alla manifestazione di genova, voglio dire che se ne parli altrimenti si puo pensare che non è cambiato niente con il
    partito democratico.
    b)quello che sta accadendo nel centrodestra non ha bisogno di commenti ma ritengo
    che è meglio tenere la guardia alta e dimostrare di essre capaci di mettere in atto una sana politica a tutti i livelli a partire dal basso.
    cordialmente m.g.

    Rispondi

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini