ERA L’ORA

21 Nov
21 novembre 2007

Sollecitato dai commenti ricevuti nei giorni scorsi ma anche dai discorsi che animano Palazzo Madama, dove ieri ho sentito un collega della Lega affermare sconsolato “Con la Finanziaria dovevano implodere loro, invece è esploso il centrodestra”, vorrei tornare sulla questione di Berlusconi e dell’incredibile operazione di trasformismo che ancora una volta ha messo in scena. Un’operazione, per intenderci, verso cui come molti altri nutro diffidenza, non fosse altro per l’impianto padronale e spregiudicato del tutto: il Cavaliere prima di essere capo di un partito ne è il padrone, decide per tutti e obbliga i fedelissimi a seguirlo, lasciando gli altri per la strada e menando colpi bassi a chi non è con lui. Nelle azioni di Berlusconi si ravvisa sempre una strumentalità, che non è unicamente un redde rationem all’interno del centrodestra, ma anche il tentativo di sparigliare le carte nel centrosinistra. Quanto questa operazione segni veramente uno spartiacque lo vedremo quindi nel futuro. Eppure, esiste indubbiamente un effetto “positivo” in tutto questo: come dicevamo pochi giorni fa, è lo spostamento della discussione quotidiana dalla possibile caduta del Governo alla Legge elettorale. Anche Berlusconi si apre oggi al dialogo – seppure mettendo i consueti paletti – e la speranza è che si apra una stagione realmente nuova nella quale, anche se i potenziali appuntamenti a rischio per il Governo non sono finiti, la discussione della legge rimanga un punto fermo. Sposando le parole del presidente Napolitano, si può solo commentare “Era l’ora”. Le prospettive sono oggi migliori di quanto non fossero tempo fa e la maggioranza deve continuare a governare, senza perdere la coesione e aprendo al contempo un tavolo di discussione, con la consapevolezza che i tormenti interni al centrosinistra sono infinitamente meglio del partito di plastica all’interno del quale è consentita solo una partecipazione da telespettatori.

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
1 commenta
  1. ostedellamalora says:

    grazie per info,ci sarò sabato al baluardo.
    per quanto concerne “era l’ora”:
    a)come si può credere al cavaliere “mascherato” che fino a ieri dava le date del naufragio del governo ed all’improvviso sente la necessità d’incontrare veltroni?
    è chiaro che è lui ad aver bisogno in questo momento per due motivi:
    1)affossare definitivamente i suoi ormai ex compagni di coalizione.
    2)delegittimare anche il professor prodi perchè
    vuol dimostrare che lui parla soltanto con chi conta veramente in questo momento.
    3)potrebbe uscirne rafforzato
    nei consensi poichè viene a presentarsi non piu’ come elemento oppositor/distruttor
    ma come colui che vuole le riforme per il bene del popolo italiano!!!
    accidenti è un mago bisogna stare molto attenti.
    cordiali m.g.

    Rispondi

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini