SULLE PENSIONI NESSUNA MILLANTERIA

26 Mar
26 marzo 2008

Questo pomeriggio sono stato a Campogalliano a un incontro con alcuni anziani, con cui ho parlato del programma del Pd, delle misure di provvidenza attiva e anche delle pensioni, tema estremamente caldo in questi giorni.
Sono stato contento di constatare che esiste una grande volontà di conoscere e informarsi, di certo necessaria a non farsi abbagliare dalla consueta campagna di marketing berlusconiana, che tutto è tranne una risposta seria al problema drammatico della perdita di potere d’acquisto in alcune delle fasce più deboli della popolazione. Il Cavaliere, infatti, come di consueto, ha risposto al progetto di Veltroni sulle pensioni con la solita dose di cialtroneria e millanteria, proponendo un meccanismo automatico di crescita del potere d’acquisto senza però darne le coordinate concrete, e cioè senza dire chi riguarderebbe, per quali fasce di reddito e con quale copertura finanziaria.
Insomma, il solito miracolo destinato a sciogliersi come neve al sole non appena conclusa la campagna elettorale.
Diversa, e molto, invece, la proposta di Veltroni, che inserendosi nella linea già tracciata dal Governo Prodi – grazie al quale a ottobre sono stati redistribuiti tra i 300 e i 400 euro ai redditi più bassi – prospetta soluzioni reali e fattibili. L’idea di Veltroni ha infatti il pregio di essere in primis economicamente sostenibile – Repubblica ha calcolato che possa costare lo 0,16% del Pil –  e poi di avere la sufficiente concretezza per occuparsi realmente del problema in un momento che per molti è di grande difficoltà.
L’auspicio è dunque che gli anziani non si facciano abbagliare dalle facili promesse di Berlusconi, ma che sappiano riconoscere il valore e la solidità dell’impegno del Partito Democratico, in grado di mantenere le proprie promesse.

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini