NO AL DISCREDITO DELLE ISTITUZIONI

07 Apr
7 aprile 2008

C’è davvero da mettersi le mani nei capelli di fronte all’osceno spettacolo che la coalizione di centrodestra sta offrendo in questi ultimi giorni di campagna elettorale. La querelle sulle schede, che tiene banco ormai da un pezzo con i consueti toni tra l’allarmistico e il finto moralismo, ha trovato il proprio compimento con l’esclamazione del Senatur circa l’ipotesi di “Imbracciare i fucili”. Una boutade simile a molte altre cui Bossi ci ha purtroppo abituato in questi anni, ma non per questo meno grottesca o allucinante. A lasciare sconcertati, inoltre, la consapevolezza che proprio quelli che gridano contro la legge elettorale e le schede sono coloro che il procellum l’hanno pensato, voluto e votato in Parlamento, facendo pagare all’intero Paese il peso della loro scelleratezza.
Insomma, se è vero che è necessaria maggiore chiarezza sulle schede e su come votare affinché la propria scelta non venga annullata, lo è anche di più che l’incessante nenia berlusconiana sul rischio brogli è quantomeno fuori luogo, e contribuisce unicamente a creare discredito e delegittimazione nei confronti delle istituzioni e dei processi democratici.
Conforta solo la constatazione che, passo dopo passo, il PD continua a recuperare terreno nei confronti del Pdl – i rumors dicono che siamo ormai a un’incollatura da Berlusconi e soci, e il nervosismo dei nostri concorrenti pare dimostrarlo senza bisogno di ricorso a numeri o previsioni. Una constatazione che non può che darci la carica giusta per affrontare le ultime fatiche prima del voto, fondamentale per dare all’Italia l’occasione di rinnovo di cui ha realmente bisogno.

P.S. Approfitto dell’occasione per rispondere alla signora che mi chiede dove trovare la raccolta delle Avventure del Senatore Barbolino, disegnate da Bonfa.
Il libretto si trova, gratuitamente, in tutti i principali locali del centro storico di Modena, oltre che in queste tre fumetterie: MODENA FUMETTO, via Monte Kosica 198; FUMETTERIA via Vignola n° 135 Pozza di Maranello MO; EDICOLA GIOVENZANA via Respighi.

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
1 commenta
  1. Federico da Milano says:

    Caro senatore,
    mi chiedo se in questi casi (cioè nel caso di sparate come quelle di Bossi) non esistano i margini per un intervento del Capo dello stato o dell’Avvocatura di Stato. Insomma, non esiste un’evidente incompatibilità tra le dichiarazioni di Bossi e anche solo la possibilità che faccia parte di un esecutivo che si candida a guidare il Paese?
    Possibile che tutto venga classificato come “boutade” e finisca lì?
    Questo tipo di irresponsabilità è quella che ci ha portato dove siamo arrivati oggi, temo.

    Rispondi

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini