UN VOTO UTILE, UN SEGNALE PER IL PAESE

04 Giu
4 giugno 2009

A pochi giorni dal voto del 6/7 giugno, non ho bisogno di sottolineare l’importanza dell’appuntamento, sia per i riflessi sui governi di tante comunità locali, sia sul piano delle conseguenze politiche più generali. Invito tutti a lasciare da parte remore e delusioni, se eventualmente nutrite riguardo al PD e a suoi limiti ed errori, in questi primi 18 mesi, perchè potremo affrontarli meglio nel percorso congressuale del prossimo autunno.
Ma, per fare un bel congresso, con la prospettiva di rilanciare un’alternativa a Berlusconi e alla destra, occorre essere in buona salute, e aver riportato un risultato positivo sia nelle amministrative sia alle europee. Non c’è spazio per astensioni di protesta, o voti in libertà per mandare segnali di qualche ammonimento: alla fine conterà solo a che livello si fermerà l’asticella del plebiscito cercato dal Premier sulla sua persona, e quale sarà il risultato del PD alle europee, oltre che delle coalizioni di centro sinistra nelle amministrative.
In questo spirito, e con riferimento alle elezioni di cui si è paradossalmente parlato meno, quelle europee, mi permetto di raccomandare all’attenzione le candidature di Luciano Vecchi e Salvatore Caronna, oltre che invitare a non trascurare la facoltà della terza preferenza, o per il Capolista, Luigi Berlinguer, ovvero per una candidata donna. In particolare, posso dire di Vecchi, avendolo conosciuto da amministratore in una sua precedente esperienza di parlamentare europeo, che il nostro territorio troverà grande vantaggio dalla sua assiduità, presenza, competenza.

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini