Cie, Barbolini “Intervenga il ministro dell’Interno”

29 Mar
29 marzo 2012

Il senatore del Pd ha presentato una interrogazione sulla situazione del Cie   

Quanto successo nei giorni scorsi e quanto constatato di prima mano nel corso della visita ufficiale tenutasi il 3 marzo scorso costituisce l’oggetto della interrogazione presentata dal senatore Pd Giuliano Barbolini sulla situazione dei Cie (e quella della struttura modenese in particolare). Nel testo si chiede un intervento del ministero dell’Interno per correggere i tanti problemi accumulati in questi ultimi tempi. 

Il Cie di Modena, e le ultime vicende umane di cui è stato protagonista (il giovane mancato sposo Said, i fratelli apolidi Andrea e Senad) sono approdati oggi sul tavolo del ministero dell’Interno grazie a una interrogazione a risposta urgente in Aula presentata dal senatore del Pd Giuliano Barbolini. Il 3 marzo scorso, Barbolini, insieme a una giornalista dell’associazione LasciateCIEntrare, aveva visitato la struttura per verificarne di persona il funzionamento: “Il Cie è un luogo difficile – disse allora il senatore Pd e lo ribadisce oggi nella interrogazione – dove si concentrano storie diverse, tutte, peraltro, accomunate da un notevole carico di sofferenze e disagi. Un luogo che non può essere definito di accoglienza perché chi vi trova non è un ospite, ma un “trattenuto”. Nel testo dell’interrogazione vengono elencati i tanti problemi che si sono inanellati in questi ultimi tempi: l’ingiusto allungamento dei tempi di permanenza voluto dal centro-destra, la presenza di ex carcerati che hanno già scontato la loro pena, la carenza di organico della polizia modenese oberata anche dei compiti di sorveglianza del Cie, il bando di assegnazione al massimo ribasso per il prosieguo della gestione del Cie stesso. Proprio questi aspetti, che pesano come un macigno sulla vita quotidiana della struttura, sono quelli sui quali Barbolini chiede l’intervento urgente del ministro dell’Interno.

 

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini