Terremoto, senatori Pd Serve un tavolo con tutte le istituzioni

25 Mag
25 maggio 2012

Necessario anche un piano straordinario di recupero del patrimonio storico-monumentale  

Bene quanto disposto finora dal Governo, ma l’attenzione dell’esecutivo verso le zone terremotate deve rimanere alta, oltre la fase dell’emergenza. E’ per questo che servirà un tavolo che riunisca istituzioni locali e nazionali e un piano straordinario di recupero del patrimonio storico-monumentale. Ecco la dichiarazione dei senatori Pd Giuliano Barbolini e Mariangela Bastico sottoscritta insieme agli altri senatori Pd dell’Emilia Romagna:    

"In Aula al Senato ieri, con l’intervento del sottosegretario Catricalà, il Governo ha assicurato che non vi sarà alcun aumento delle accise sui carburanti per far fronte all’emergenza terremoto in Emilia e che la nuova normativa assicurativa per le catastrofi ambientali non si applicherà ai Comuni colpiti dal sisma. Si tratta di un primo positivo risultato che si unisce al ringraziamento al Governo e alla Protezione civile per la validità e rapidità dell’intervento. Tuttavia deve essere chiaro che la fase dell’emergenza non si esaurisce in questo e che l’attenzione dell’esecutivo verso le zone terremotate deve rimanere estremamente alta. Ci impegneremo e vigileremo affinché lo sblocco dei vincoli del patto di stabilità, la sospensione dei pagamenti fiscali e contributivi e l’applicazione di ammortizzatori sociali straordinari per i cittadini e le imprese colpiti dal terremoto, per i quali occorrono appositi decreti, siano promulgati al più presto. Per rendere più efficace l’azione a sostegno dei territori colpiti serve un tavolo che riunisca le istituzioni locali e nazionali, la cui attività deve prolungarsi non alla fine dell’emergenza, ma fino al ripristino della normalità nelle aree colpite. In esso, un ruolo fondamentale deve essere svolto dai Comuni, le Province e la Regione, assieme ai parlamentari espressione di quei territori. I nostri più sentiti apprezzamenti e ringraziamenti sono rivolti ai sindaci e ai rappresentanti delle Provincie e della Regione, a cominciare dal presidente Errani, che fin dai primi momenti sono stati vicini ai cittadini e hanno costituito un valido punto di riferimento in un momento di drammatica angoscia e di lutto. Infine  serve assolutamente un piano straordinario di recupero del patrimonio storico-monumentale. Esso riveste una grande importanza per l’identità dei territori e un volano per il rilancio dell’economia."

 

 

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini