Dl terremoto, Barbolini: bene l’ok al decreto e misure integrative

02 Ago
2 agosto 2012

“Il Pd sollecita il reperimento di risorse e prende in parola gli impegni presi dal Governo"

il senatore del Pd Giuliano Barbolini, capogruppo in Commissione Finanze e Tesoro, intervenendo in dichiarazione di voto sul decreto legge recante misure urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 20 e 29 maggio in Emilia, Lombardia e Veneto, decreto che ha ottenuto il via libera del Senato, ha espresso il proprio favore al Dl,  auspicando ulteriori misure integrative. Di seguito, per esteso, le dichiarazioni di Barbolini:

«Le misure contenute nel decreto-legge n. 74 sono molto utili: ad esempio, i 160 e più milioni per le scuole, che hanno consentito di pianificare programmi e gare per assicurare il più rapidamente possibile una ripresa celere, sicura e funzionale dell’attività scolastica, che è un fattore fondamentale per il rientro nella normalità. Non sono irrilevanti – ha aggiunto Barbolini – nemmeno le misure per riattivare gli ospedali, a sostegno della ricerca, per liquidare alle aziende i pagamenti della pubblica amministrazione, per tenere legate le aziende multinazionali del biomedicale al territorio perché restino operative in quelle zone a stretto contatto con il loro indotto. E poi le misure di sospensione degli adempimenti tributari e amministrativi, nonché i risarcimenti danni in agricoltura e i consorzi di bonifica. Ci sono inoltre alcune deroghe, anche se inadeguate, per il patto stabilità per i Comuni e risorse per il ruolo del Ministero dei beni culturali. Ma anche una norma positiva, volta ad impedire che inquinamenti di matrice mafiosa possano allungarsi sugli appalti per la ricostruzione. Si tratta – ha spiegato il senatore Pd – di un quadro di interventi non esaustivo ma molto utile a sostenere la fase del post-emergenza e della ricostruzione. Altre misure sono contenute nel decreto sviluppo, per il credito d’imposta, anche se solo come segno di sostegno alle imprese colpite dal sisma e, soprattutto, c’è la spending review e la norma per l’accesso ad un liquidità fino a 6 miliardi a disposizione di cittadini e imprese danneggiati per finanziare le ristrutturazioni degli edifici colpiti sulla base delle schede Aedes e delle procedure in via di definizione. Per questo trovo speciosa e strumentale la polemica sulla mancanza di risorse o sul fatto che i cittadini non hanno la certezza di poterle in qualche modo ottenere. Tirando le somme e considerando complessivamente anche le rivenienze di fonte europea e quelle ulteriori che potrebbero giustamente essere intercettate, si ricavano 9 miliardi e 300 milioni. Non sono i 13,2 miliardi censiti dalla Protezione civile per i danni, ma è anche vero che non sono bruscolini. Non so chi potesse pensare, dopo che il Governo venne in Senato a riferire subito dopo la prima scossa e dopo l’intervento appassionato della presidente del Gruppo Pd Finocchiaro, che sollecitava il Governo a prendere misure urgenti, che dopo due mesi avremmo avuto a disposizione risorse per 9 miliardi e 300 milioni. Con questo – ha rimarcato Barbolini – non voglio fare trionfalismi, né negare che ci sono carenze e debolezze di impianto da colmare, anzi, oggi inizia la fase più difficile perché ci vogliono certezze, tempestività e un grande pragmatismo operativo. Come Partito Democratico facciamo nostre le sollecitazioni, che qui sono venute, a reperire più risorse e prendiamo in parola il Governo per gli impegni presi. Si dovrà  trovare un modo – ha affermato e concluso il parlamentare democratico – per portare la sospensione dei termini fiscali oltre il 30 novembre 2012 e, soprattutto, ci vorrà un nuovo provvedimento, che potrà diventare la legge delle zone terremotate dell’Emilia, recuperando ad unitarietà tutti gli interventi che sono oggi distribuiti su più atti, e integrando le ulteriori risorse necessarie.»

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini