02 Dic
2 dicembre 2014

“E’ un evento straordinario e in questo modo si è riconnesso a Modena un quartiere che da solo contiene un quarto della popolazione di tutta la città, e altrettanto come territorio. Ci sono voluti degli anni, ma ora l’Amministrazione avrà la possibilità di progettare le azioni di ricucitura. Siamo davanti ad una grande opportunità per Modena, ed essere presente a questo momento storico è una grande soddisfazione per me”.

Con queste parole, rispondendo a un giornalista de Il Resto del Carlino, ho commentato l’evento dell’ultima corsa del treno sulla linea storica della ferrovia che dal 30 novembre sarà dismessa, per l’avvio del transito su una nuova direttrice più vicina al tracciato della Alta Capacità ferroviaria. Avevo già avuto modo di sottolineare l’importanza di questa “rivoluzione” ferroviaria nella newsletter, e sul post, del 17 novembre scorso, e ci saranno altre occasioni per seguirne gli effetti per Modena. Qui mi fa piacere riportare un commento, davvero esemplare, di una cittadina, Rossella Bertoni, pubblicato su Facebook, e la mia risposta di ringraziamento e considerazioni al riguardo.

Ha scritto Rossella alle 8.08 del 30 novembre: “È stato emozionante partecipare e ritrovarsi ieri sera alla STAZIONE di MODENA per “condividere” il passaggio dell’ULTIMO TRENO attraverso la linea storica che, da sempre, attraversava la città. Potrà sembrare banale ma per chi, come me, da sempre era abituato a percorrere importanti arterie stradali cittadine in compagnia dei tanti treni che attraversavano la città sulla linea MI – BO, rappresenta una MODIFICA significativa anche alla luce dei storici disagi che questa tratta ferroviaria creava ad alcune zone cittadine. Credo doveroso precisare che questo progetto ha un solo “padre” : Giuliano Barbolini, ex Sindaco di Modena……… “caro TRENO, amato e/o odiato, compagno di vita e di ricordi …… UN PO’ CI MANCHERAI …..”

E questo il testo del mio commento in risposta: “Cara Rossella, ti ringrazio moltissimo per il riferimento al mio impegno per questo mutamento epocale: per la città si offre una occasione di riqualificazione urbana straordinaria. Ieri sera è stata una bellissima festa, vissuta con fresca e genuina spontaneità. In stazione, con tanta gente (quando siamo arrivati sembrava una scena dai film di Don Camillo/Peppone) ma anche lungo il tracciato: quando siamo passati col treno all’altezza del Cavalcavia della Madonnina da alcuni balconi i residenti si erano organizzati per l’evento con i fuochi d’artificio ! E’ stata una gran bella esperienza di consapevole condivisione per un cambiamento storico per Modena.

 

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
Tags: , ,
0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini