Un pensiero di Raffaella per il COM

19 Lug
19 luglio 2016

FotoApparecchixMisuraParametriVitali_rid

Come penso ricorderete, mesi  fa io e Nicola vi abbiamo interessato e coinvolto nell’iniziativa “Le creazioni di Raffaella per il COM”, quando l’abbiamo ricordata, a un anno dalla scomparsa, con la vendita dei suoi lavori di artigianato creativo, finalizzandone l’introito (2450 euro) all’acquisto di apparecchi per la misurazione dei parametri vitali (pressione arteriosa, frequenza cardiaca, saturazione ossigeno) a servizio degli ambulatori del COM. Si è raggiunto così, grazie al contributo di tanti, un importante risultato, nel pensiero di Raffaella, per l’obiettivo concreto di solidarietà perseguito.

Ora, finalmente, scontati i tempi tecnici di accettazione da parte del Policlinico, quelli di consegna degli apparecchi da parte della Ditta, e il collaudo dell’ingegneria clinica, questo “pensiero di Raffaella”, semplice, premuroso e fattivo com’era lei, diviene, con un’integrazione della famiglia, concreto: sono 5 gli apparecchi che verranno messi in dotazione ai diversi ambulatori, per un contributo a migliorare il lavoro degli operatori, e soprattutto per il servizio alle persone assistite. La consegna avverrà la mattina di mercoledì 20 luglio 2016. Con l’occasione, insieme al doveroso rendiconto, ringrazio ancora una volta tutti quanti, amici e colleghi di Raffaella, hanno sostenuto l’iniziativa, e i volontari del Gruppo Aurora, della LILT e del Cesto di Ciliegie, che l’hanno resa possibile grazie al loro impegno. Gli apparecchi sono quelli visibili nella foto.

Questa bella esperienza potrebbe forse prestarsi anche a una intemerata contro le lungaggini della burocrazia, considerando che sono occorsi solo un paio di mesi per concepire il progetto e costruirne la fattibilità, due giorni di impegno e partecipazione generosa di tanti per realizzarlo, e ben sei mesi per concretizzare il risultato maturato già a fine gennaio. Eppure, al netto di qualche veniale sfasatura nei primi approcci, non mi sento in coscienza di dire non ci sia stata attenzione e sollecitudine da parte di tutti gli interlocutori coinvolti: una riprova che spesso le nostre impazienze, magari legittime, trascurano di darsi ragione della complessità di procedure, verifiche, garanzie che sono sì riflesso obbligato di burocrazie, ma anche a tutela di correttezza, precisione, qualità. Alla fine, un vantaggio nell’interesse della comunità. L’iniziativa che così si concretizza ha infatti ancora la freschezza dei giorni in cui è stata ideata e realizzata, il tempo trascorso ne ha allungato la durata, e mantiene attuale l’intenzione che ne è stata il motore: ricordare, attraverso le sue creazioni di artigianato artistico, e far essere ancora protagonista di un pensiero di premura e generosità solidale, quella bella , dolce, cara presenza che resta, non solo per noi, Raffaella.

Con un caloroso saluto di amicizia,
Giuliano Barbolini e Nicola Schiaffino.

Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
0 commenti

Lascia un commento

Vuoi unirti alla discussione?
Contribuisci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright - Giuliano Barbolini